Corte del banco del re

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Udienza alla Corte di King's Bench. Gli imputati stanno in catene davanti alla barriera del tribunale. Cinque ufficiali giudiziari possono essere identificati dal loro personale. Miniatura realizzata intorno al 1460.

La Court of the King's Bench (o Queen's Bench se governava un monarca) è stata la più alta corte di giustizia rispettivamente in Inghilterra e Gran Bretagna , dopo il Parlamento , dal XIII secolo al 1880 .

La Corte di King's Bench è stata istituita nel 1234 per succedere alla Corte di Coram Rege . La Corte di Coram Rege fu istituita come corte di corte al più tardi nel 1200 durante il regno di re Giovanni l'Ignoto . La corte si era riunita l'ultima volta nel maggio 1215, [1] e dopo la morte del re nei tumulti della Prima Guerra dei Baroni nel 1216, i lavori della corte furono poi completamente interrotti. Dopo il re Enrico III. Nel 1234, dopo aver destituito il giudice Stefano di Seagrave e non avendo nominato alcun successore come Presidente della Corte Suprema, la Corte di King's Bench divenne presieduta da Guglielmo di Raleigh arredato. Nel 13° secolo, la corte era ancora chiamata Corte di Coram Rege [2] e per la prima volta nel 1268 come Banco del Re. [3] La giurisdizione del tribunale includeva casi legali che riguardavano il monarca oi suoi diritti, come controversie sulla proprietà della corona o violazioni della pace . Per fare ciò, si occupava di controversie tra soggetti di alto rango, mentre la più antica Court of Common Pleas (chiamata anche Common Bench ) si occupava maggiormente di cause penali. Sede della corte era Westminster, con trattative in corso in numerose altre città dell'Inghilterra, soprattutto nel XIV secolo e poi nel 1414 e 1421. La giurisdizione del King's Bench si sovrapponeva spesso a quella del Common Bench, soprattutto nel XIII secolo, con il King's Bench sempre più in alto a causa della sua vicinanza al re. In gran parte a seguito di numerose riforme attuate tra il 1318 e il 1337, la Corte divenne la più alta corte d'appello per i processi penali in Inghilterra. A tal fine, ha continuato ad intraprendere cause civili su scala ridotta, principalmente a causa di debiti. Nel XVI secolo, il King's Bench affrontò sempre più controversie sull'affitto, portando a continui conflitti con il Common Bench. Durante il Commonwealth d'Inghilterra la Corte era chiamata Upper Benchdesignato e i giudici sono stati nominati dal Parlamento invece che dal re. Solo negli anni successivi alla restaurazione della monarchia nel 1660 le responsabilità furono finalmente separate tra il Banco Comune e il Banco del Re. Tuttavia, il King's Bench ha continuato ad essere la corte d'appello per il Common Bench.

Nonostante i doveri simili, entrambi i tribunali avevano i propri giudici. Mentre i giudici spesso prestavano servizio sia al King's Bench che al Common Bench durante il loro mandato, raramente prestavano servizio in entrambi i tribunali contemporaneamente. La Court of King's Bench era guidata dal proprio Chief Justice e mantenne la sua indipendenza fino al 1880. Quindi quella che allora era la Court of Queen's Bench fu unita alla Court of Common Pleas e alla Court of Exchequer per formare l' Alta Corte di giustizia , intestata dal Lord Chief Justice tenuto. All'interno di questa corte formò la Queen's Bench o King's Bench Division .

link internet

voci

  1. ^ Ralph V. Turner: Uomini sollevati dalla polvere. Servizio amministrativo e mobilità verso l'alto nell'Inghilterra angioina . Filadelfia, University of Pennsylvania Press 1998, ISBN 0-8122-8129-2 , pagina 75.
  2. ^ Cecil AF Meekings: Martin Pateshull e William Raleigh. In: Ricerca storica , Vol. 26 (1953), p. 172.
  3. Cecil AF Meekings, David Crook: panca del re e panca comune durante il regno di Enrico III . Selden Society, Londra 2010, ISBN 978-0-85423-132-4 , pagina 147.