Abbraccio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
abbraccio

Kusel , scritto Cusel fino al 1865 , è la città distrettuale del distretto di Kusel e la sede amministrativa dell'associazione dei comuni Kusel-Altenglan . Kusel si trova sul Kuselbach nel sud-ovest della Renania-Palatinato negli altipiani del Palatinato settentrionale . Con 5405 abitanti (a partire dal 2018) [2] , Kusel è la terza città distrettuale più piccola della Germania dopo Cochem e Seelow . Secondo la pianificazione statale, Kusel è designato come un centro di medie dimensioni . [3]

geografia

Posizione

La piccola città di Kusel si trova negli altipiani del Palatinato settentrionale , che fa parte degli altipiani della Saar-Nahe . La regione è spesso chiamata Musikantenland . Kusel è principalmente suddivisa nella città principale attorno al centro storico, il distretto di Diedelkopf , che nel frattempo si è fuso con la zona centrale, e la zona residenziale "Am Holler", nonché il distretto di Bledesbach . [4] Le comunità vicine sono in senso orario: Blaubach , Altenglan , Rammelsbach , Haschbach am Remigiusberg , Schellweiler , Ehweiler , Pfeffelbach ,Ruthweiler e Korborn .

corpi d'acqua

Kuselbach all'interno della città

Il Kuselbach scorre attraverso la città in direzione ovest-est , che è creato nella parte occidentale del distretto dalla confluenza del Pfeffelbach e del Bledesbach .

clima

La precipitazione annuale è di 863 mm. Le precipitazioni sono nel terzo superiore dei valori registrati in Germania. Valori inferiori si registrano al 74% delle stazioni di misura del Servizio meteorologico tedesco . Il mese più secco è aprile, con la maggior parte delle precipitazioni a dicembre. La quantità di precipitazioni a dicembre è 1,8 volte quella di aprile. Le precipitazioni variano moderatamente. Al 50% delle stazioni di misura si registrano minori fluttuazioni stagionali .

storia

Veduta del centro storico con la città e il museo di storia locale
Fontana del Cappellaio

sviluppo fino al medioevo

Oltre ai tedeschi , nella zona di Kusel vivevano anche celti e romani .

Come risultato della battaglia di Zülpich nel 496 , Kusel passò sotto il dominio dei Franchi e divenne parte del Reichsland intorno a Kaiserslautern tramite acquisto o donazione . Nel VII secolo, sulle rovine di una tenuta romana, fu costruita una corte reale franca , che rappresentava una struttura di ristorazione, la "Curtis Cosla". Nell'anno 850 questa fattoria è citata per la prima volta in un documento . Il nome deriva dal Kuselbach , che probabilmente era chiamato *Kus(u)la in termini pregermanici. [5]

Nel IX secolo il podere ei terreni circostanti erano di proprietà dell'Arcidiocesi di Reims , di cui Remigius fu il fondatore . La corte reale fu trasformata in corte monastica dai monaci che la organizzarono, divenendo così centro di interessi ecclesiastici ed economici nel cosiddetto Remigiusland . Nel 902 l'arcivescovo Heriveus di Reims consacrò la Chiesa di Remigius nell'odierna piazza del mercato come prima chiesa madre dell'intera area. Nel 931 l'Hof zu Kusel e la zona circostante furono ceduti all'Abbazia di St. Remy a Reims . Sul vicino RemigiusbergNel 1127 i monaci di Reims eressero il prevosto benedettino, che oggi divenne il centro ecclesiastico del paese. L'Hof zu Kusel divenne sede dell'amministrazione attraverso la rappresentanza di un sindaco di corte .

I Conti di Veldenz (1127–1444) divennero i governatori del paese . Intorno al 1214 fu costruito nelle vicinanze il castello di Lichtenberg , oggi noto come le più grandi rovine del castello della Germania (425 m di lunghezza, 382 m sul livello del mare). Kusel fu menzionato per la prima volta in un documento del conte di Veldenz nel 1387 come "Coccola lo Stat". Iniziò la fortificazione con fossati, mura, torri e porte. Nel 1444 Kusel fu trasferita a Zweibrücken perché la linea dei conti di Veldenz terminò. Il castello di Lichtenberg divenne Oberamt Lichtenberg.

Prima età moderna

Nel 16° secolo il Kuseler Land subì tre volte la peste . Nel 1635 Kusel fu bruciata dalle truppe croate durante la Guerra dei Trent'anni . La città fu ricostruita in 40 anni, ma fu in gran parte bruciata di nuovo nel 1677 dalle truppe di Luigi XIV nella Guerra di Successione del Palatinato .

Kusel si sviluppò gradualmente in una città di artigianato e produzione di tessuti . Il 26 luglio 1794 le truppe rivoluzionarie francesi occuparono il posto. Kusel ha dovuto essere evacuato entro un'ora sotto la minaccia della pena di morte. Dopo che le case furono saccheggiate, Kusel fu rasa al suolo per la terza volta. Solo sei case rimasero in piedi. Questo atto era considerato una punizione, perché la città aveva fornito ad alcuni cittadini che erano stati tenuti in ostaggio a Metz denaro che si sarebbe rivelato essere contraffatto e presumibilmente fabbricato a Kusel. Un'ipotesi sull'incendio è quella del comune di Kaseldovrebbe essere distrutto, ma si è verificato un errore di battitura durante l'emissione dei comandi.

Dal 19° secolo

Nel 1798 Kusel passò al Département de la Sarre . Al Congresso di Vienna del 1815, il Palatinato sulla riva sinistra del Reno cadde prima all'Austria e nel 1816 al Regno di Baviera sulla base di un accordo di scambio . Kusel divenne la sede di un commissariato della terra nel Rheinkreis bavarese . Il primo acquedotto fu costruito nel 1824. La Fontana Massimiliano è stata creata da donazioni volontarie. Negli anni dal 1850 al 1880 furono fondate importanti fabbriche di tessuti e filati cardati (Zöllner, Ehrenspeck, Fickeissen). Nel 1865 il nome Cusel fu ufficialmente cambiato in Kusel . [6]La linea ferroviaria da Landstuhl a Kusel fu costruita nel 1868, portando grandi benefici economici alla città. La kuselite veniva estratta nelle cave circostanti e utilizzata come pietra per lastricati e per il percorso delle linee ferroviarie. Emersero anche birrifici, fonderie di macchine, tessitori lanieri, laterizi, stamperie e fucine di catene e chiodi. A causa dei grandi mercati del bestiame (poi Kuseler Herbstmesse), la città divenne il centro agricolo della zona.

Durante la seconda guerra mondiale , Kusel fu ripetutamente bombardata da cacciabombardieri e successivamente anche da aerei più grandi. Dopo la prima e la seconda guerra mondiale prevalsero l'inflazione e la disoccupazione. Dopo il 1945 furono fondate nuove società industriali, furono sviluppate nuove aree di sviluppo (insediamento Holler) e furono costruite scuole. Nel 1965 Kusel divenne una città di guarnigione. Nel corso della riforma amministrativa della Renania-Palatinato del 1969, Kusel è diventata la sede amministrativa del comune di Kusel di nuova creazione , che è stato fuso nel comune di Kusel-Altenglan nel 2018.

Nel 1939 fu incorporato il comune fino ad allora indipendente di Diedelkopf. [6] Inoltre, il 17 marzo 1974 è stato incorporato il comune di Bledesbach. [7]

L'ex comunità ebraica locale possedeva una sinagoga , il cui interno cadde vittima dei pogrom di novembre del 1938 . In città, pietre d'inciampo commemorano gli ebrei deportati dai nazionalsocialisti.

statistiche di denominazione

Chiesa evangelica della città
Parrocchia cattolica di Sant'Egidio

Nel 2017, il 48,5% dei residenti era protestante , il 16,0% cattolico e il restante 35,5% apparteneva a un'altra comunità religiosa o era aconfessionale . [8] Alla fine di maggio 2022, il 41,3% dei residenti era protestante e il 13,3% cattolico. Il 45,3% apparteneva a un'altra comunità religiosa o era aconfessionale. [9]

politica

Municipio di Kusel

Consiglio comunale

Il consiglio comunale di Kusel è composto da 22 membri del consiglio, eletti alle elezioni locali del 26 maggio 2019 con una rappresentanza proporzionale personalizzata , e dal sindaco onorario della città come presidente. Nel periodo elettorale 2014-2019 il Consiglio comunale contava 20 consiglieri.

Ripartizione dei seggi nel consiglio comunale: [10]

FWG = Gruppo di elettori liberi Città di Kusel e. V

Sindaco

Jochen Hartloff (SPD) è diventato nuovamente sindaco di Kusel il 28 giugno 2019. [11] Nel ballottaggio del 16 giugno 2019, ha prevalso di poco con una quota di voti del 50,37%, [12] dopo che nessuno dei tre candidati originali aveva raggiunto una maggioranza sufficiente nelle elezioni dirette del 26 maggio , 2019. [13] Hartloff aveva già ricoperto la carica dal 1984 al 2011. [12]

Sia il successore che il predecessore di Hartloff è stato Ulrike Nagel (SPD), sindaco di Kusel dal 2011 al 2019. [14]

stemma

gemellaggio tra città

Kusel è partner di Toucy in Francia ( dipartimento dell'Yonne ) dal 1973, con Zalaegerszeg in Ungheria ( contea di Zala ) dal 1997 e con Valguarnera Caropepe in Italia ( Sicilia ) dal 13 settembre 2018 . [16]

Cultura e luoghi d'interesse

edifici, teatri e musei

Museo della città e della storia locale

L'insieme urbano della piazza del mercato è dominato dalla chiesa evangelica neoclassica , dal municipio con il suo carillon e dalla fontana del cappellaio.

La chiesa è caratterizzata da linee nette, da una rara struttura rigorosamente simmetrica del blocco altare-pulpito-organo e dai massicci pilastri rotondi monolitici in arenaria che sorreggono la galleria.

Nella Fritz-Wunderlich-Halle, una sala polivalente che funge da auditorium per conferenze, spettacoli teatrali e concerti e centro scolastico sul Roßberg, viene offerto un ricco programma culturale in collaborazione con le autorità locali, che comprende anche un appartiene un numero considerevole di spettacoli di compagnie teatrali itineranti tedesche e internazionali .

Il museo più importante di Kusel è il museo di storia locale. Contiene, tra l'altro, una mostra permanente sul cantante lirico Fritz Wunderlich , nato a Kusel, e sui tipici arredi domestici storici del Palatinato .

Natura

Ci sono un totale di tre monumenti naturali sul sito .

società

A livello locale c'è, tra l'altro, la FV Kusel .

Eventi regolari

Il secondo fine settimana di giugno, nel centro storico, si celebra la Festa del Cappellaio Matto. Il primo fine settimana di settembre, dal venerdì sera al martedì, si svolge la Fiera d'autunno di Kusel , una delle più grandi feste popolari del distretto .

Il 24 maggio 2014 il triathlon a squadre Kusel è iniziato per la quindicesima e ultima volta. È stato uno dei più grandi eventi sportivi popolari della Renania-Palatinato . Era una staffetta combinata bici-nuoto, che è stata contestata da squadre che dovevano essere composte da tre partecipanti.

Economia e Infrastrutture

Affare

Sede della Kreissparkasse Kusel

La Kreissparkasse Kusel ha la sua sede in città.

istituzioni educative

A Kusel c'è una scuola elementare (come scuola a tempo pieno) con circa 250 alunni, una scuola superiore statale , la cosiddetta Siebenpfeiffer-Gymnasium Kusel . [17] con circa 1000 studenti e il centro scolastico "Auf dem Roßberg" con Realschule plus , scuola professionale e scuola superiore commerciale . Ci sono anche due scuole speciali incentrate sull'apprendimento e sulla lingua, nonché sullo sviluppo olistico e alcuni asili.

Una biblioteca distrettuale e cittadina è gestita congiuntamente al distretto. Come tutti gli altri nel distretto, il centro di educazione degli adulti a Kusel fa capo direttamente al distretto.

autorità

Kusel è la sede dell'amministrazione comunale e distrettuale di Kusel, un ufficio delle imposte , un ufficio forestale , un ufficio geografico e catastale e una filiale dell'Agenzia federale per l'impiego . La città ospita un ispettorato di polizia, che fa capo al dipartimento di polizia di Kaiserslautern del quartier generale della polizia del Palatinato occidentale . L' autorità di calibrazione della Renania-Palatinato aveva un ufficio a Kusel, che da allora è stato interrotto. Era ospitato nell'edificio della Luitpold School.

Il Bundeswehr Artillery Training Battalion 345 era di stanza nell'ex caserma sottufficiale Krüger , aperta nel 1966, alla periferia settentrionale di Kusel . Nell'ambito del riallineamento della Bundeswehr , è stato trasferito a Idar-Oberstein nel 2014. [18]

Piatti

Pur appartenendo alla Francia, Kusel era la sede di un tribunale di magistratura del Tribunale superiore di primo grado Kusel . A Kusel c'è un tribunale distrettuale , che appartiene al tribunale distrettuale di Kaiserslautern e al distretto del tribunale regionale superiore di Zweibrücken .

strutture ricreative e sportive

La più grande struttura per il tempo libero a Kusel è la piscina per il tempo libero e il divertimento di proprietà della comunità nel distretto di Diedelkopf. Si compone di una piscina coperta con idromassaggio, solarium, piscine per bambini, non nuotatori e nuotatori, quest'ultima con trampolino, oltre a una piscina esterna con parco giochi per bambini, non nuotatori, nuotatori e piscine gioco e divertimento. La struttura dispone di uno scivolo d'acqua lungo 64 m, che conduce nella piscina all'aperto in estate e in una piscina esterna riscaldata della piscina coperta in inverno, e un campo da minigolf.

Oltre a un campo da calcio alla periferia sud verso Haschbach am Remigiusberg e un altro alla periferia nord-ovest verso Ruthweiler , c'è un impianto di tennis con diversi campi e sale sull'arteriale verso Blaubach .

Traffico

Il trasporto pubblico locale è integrato nell'associazione dei trasporti Rhein-Neckar (VRN), che è servita nel ciclo Renania-Palatinato . Dalla modifica dell'orario nel dicembre 2008, sono stati utilizzati i treni Deutsche Bahn AG Talent .

La stazione ferroviaria di Kusel è il capolinea della Steinbahn . Nella stazione iniziava in passato anche la Westrichbahn ( TurkmühleSchwarzerdenKusel , chiusa nel 1970) ; era anche collegata tramite la Steinbahn alla Glantalbahn ( HomburgGlan-Münchweiler , 1981, e AltenglanStaudernheim , 1985).

L' autostrada federale B 420 , che va da Nierstein in Rheinhessen a Ottweiler in Saarland , attraversa Kusel . Circa 4 km a sud-ovest, vicino a Konken , c'è un incrocio con l' autostrada federale A 62 , che va da Pirmasens via Landstuhl a Nonnweiler .

personalità

Margherita Corrado

Tra gli altri, l'amministratore distrettuale di lunga data Gustav Adolf Held e il presidente distrettuale Hans Keller furono nominati cittadini onorari della città .

Famosi figli e figlie della città nel 18° secolo furono il diplomatico Johann Christian von Hofenfels ei tre fratelli Wilhelm Daniel Joseph Koch , botanico; Carl Ludwig Koch , zoologo e Ludwig Christian von Koch , giurista. Un secolo dopo seguirono l'ingegnere civile Karl Kaerner , l'inventore Ludwig Roebel e il funzionario ferroviario Theodor Acker .

Nel corso del 20° secolo a Kusel sono nati il ​​cantante Fritz Wunderlich e i politici dell'SPD Margit Conrad , Winfried Werner e Jochen Hartloff . Ci sono anche l'economista Axel A. Weber , il calciatore Hans Werner Moser e la cantante Meiko Reißmann .

Il sacerdote cattolico Wilhelm Caroli era temporaneamente il cappellano locale. Il calciatore nazionale Miroslav Klose ha vissuto a Kusel dall'età di otto anni. Quest'ultimo vale anche per l'ex amministratore del distretto di Kusel Winfried Hirschberger .

letteratura

link internet

Commons : Kusel  - Raccolta di immagini, video e file audio
 Wikinotizie: Kusel  – nelle notizie
Wikisource: Kusel  - fonti e testi completi

voci

  1. Ufficio statistico della Renania-Palatinato - Popolazione 2020, distretti, comuni, comuni associati ( aiuto ).
  2. Città di Kusel: informazioni sulla città
  3. Ufficio statistico statale Renania-Palatinato: Il mio villaggio, la mia città. Estratto il 30 luglio 2019 .
  4. Ufficio statistico statale della Renania-Palatinato (a cura di): Directory ufficiale dei comuni e parti di comuni. Stato: gennaio 2019 [ È disponibile la versione 2022. ] . S 157 (PDF; 3MB).
  5. ^ Manfred Niemeyer (a cura di): Libro dei toponimi tedesco . De Gruyter, Berlino 2012, ISBN 978-3-11-018908-7 , pag. 340 .
  6. a b Wilhelm Volkert (a cura di): Manuale degli uffici, delle comunità e dei tribunali bavaresi 1799-1980 . CH Beck'sche Verlagsbuchhandlung, Monaco di Baviera 1983, ISBN 3-406-09669-7 . pagina 504.
  7. ↑ Directory municipale ufficiale (=  Ufficio statistico statale della Renania-Palatinato [a cura di]: Volumi statistici . Volume 407 ). Bad Ems febbraio 2016, p. 169 (PDF; 2,8 MB).
  8. Statistiche comunali. Comune di Kusel, città. In: EWOISneu. KommWis, 31 dicembre 2017, accesso 5 dicembre 2018 .
  9. ^ Statistiche municipali della città di Kusel , recuperate il 12 giugno 2022
  10. Il funzionario statale di ritorno della Renania-Palatinato: elezioni locali 2019, elezioni cittadine e municipali. Estratto il 30 luglio 2019 .
  11. ^ Charlotte Ebel: Jochen Hartloff ufficialmente inaugurato come sindaco di Kusel. Die Rheinpfalz, 30 giugno 2019, recuperato il 12 maggio 2020 .
  12. a b SWR: Hartloff vince di pochissimo a Kusel. In: Notizie SWR. Südwestrundfunk, 16 giugno 2019, recuperato il 12 maggio 2020 .
  13. ^ Wolfgang Pfeiffer: ballottaggio tra Hartloff e Steuer per la carica di sindaco di Kusel. Die Rheinpfalz, 26 maggio 2019, recuperato il 12 maggio 2020 .
  14. Torben Müller: Box molto, molto stretto: Jochen Hartloff con 13 voti di vantaggio sul sindaco della città di Kusel. Die Rheinpfalz, 16 giugno 2019, recuperato il 12 maggio 2020 .
  15. ^ Karl Heinz Debus: Il grande libro araldico del Palatinato. Neustadt an der Weinstrasse 1988, ISBN 3-9801574-2-3 .
  16. ^ Dennis Bachmann: Una serenata per gli ospiti. Siglato il gemellaggio di città con Valguarnera Caropepe. Die Rheinpfalz, 13 settembre 2018, recuperato il 12 maggio 2020 .
  17. ^ Sito web del Siebenpfeiffer-Gymnasium Kusel
  18. ^ Riforma della Bundeswehr: cinque sedi nel paese vengono chiuse - Beck trova il concetto "ragionevole" , Rhein-Zeitung del 26 ottobre 2011, recuperato il 26 ottobre 2011.